AMBIENTE E DECORO URBANO

PARCHEGGI – CICLABILI – VIABILITA’ 

Lavoriamo per razionalizzare un sistema di parcheggi con azioni che prevedano agevolazioni per i residenti (soprattutto in relazione alla stazione ferroviaria). Vogliamo valorizzare lo spostamento in BICICLETTA quale mezzo sostenibile per muoversi in città. Ci impegniamo a completare nel breve periodo il tracciato ciclabile dalla Snia a Cassina Savina passando per la stazione ed il centro; per definire poi, in successive fasi lo sviluppo di reti ciclabili di collegamento tra i punti significativi delle città. La realizzazione di nuove viabilita’ quali la tangenziale nord e in via Vicenza consentira’ di alleggerire il traffico anche pesante nell’attraversamento est-ovest della citta’ e dara’ finalmente risposta alle problematiche nel quartiere San Giuseppe.

CURA DELLA CITTA’

Proponiamo un programma di controllo e manutenzione programmata, continua e diffusa per tutti gli spazi pubblici e al contempo chiediamo ai cittadini attenzione e rispetto. Intendiamo contrastare l’abbandono dei rifiuti, il vandalismo, la sosta selvaggia, il rumore oltre ogni orario consentito.

VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO STORICO

Il nostro patrimonio storico-monumentale ha una valenza di dimensioni regionali. Rappresenta l’identità e la riconoscibilità di Cesano Maderno. Molto è stato fatto grazie alla capacità dell’amministrazione di collocare Palazzo Arese Borromeo oltre il perimetro comunale, all’interno di una rete di relazioni territoriali. Il lavoro deve proseguire nella continua ricerca di destinazioni compatibili, significative e in grado di attirare risorse e intelligenze utili allo sviluppo della città.

TERRITORIO E AMBIENTE

La città ha bisogno di crescere. Occorre stimolare e governare una crescita degli spazi residenziali, quelli di utilizzo pubblico, quelli dei servizi e quelli di supporto ed espansione della produzione. Il tutto in una attenta ed intelligente organizzazione della viabilità. Gli strumenti da privilegiare sono quelli che consentono di incentivare il recupero delle aree già edificate, la trasformazione delle aree dismesse, la città così si rinnoverà in modo sostenibile senza che le conseguenti future varianti al PGT abbiano necessità di prevedere ulteriore consumo di suolo.

Manterremo ed incentiveremo gli impegni presi per realtà come l’Oasi Lipu, il Parco delle Groane, il recupero spondale dei corsi d’acqua e la qualità delle loro acque.